BUNNY HOP 

 

Ragazzi eccoci di nuovo qui con la consueta rubrica. La lezione scorsa abbiamo parlato del settaggio generale della nostra bike, e di cosa si deve controllare ogni volta che si affronta una giornata di riding mentre, nella lezione di oggi, cominceremo finalmente ad utilizzare il nostro mezzo, partendo da un esercizio che in apparenza sembra semplice, ma vi accorgerete provando, che non è proprio così spontaneo.Il bunny hop, o salto del coniglio, è una tecnica che viene utilizzata a 360 gradi nel mondo della Mtb e sta alla base del nostro sport.La sua utilità è quella di scavalcare, in movimento, gli ostacoli come sassi, tronchi, o radici posti lungo il sentiero. Se riuscirete ad impadronirvi di questa tecnica il mondo del riding diventerà tutta un’altra cosa. 

 

Per apprendere ed essere poi in grado di eseguire questa tecnica nel corso di una discesa a tutta velocità è opportuno fare molta pratica senza mai arrendersi, ovunque si voglia: un parcheggio, una strada o un piazzale. Dopo una sola ora di pratica sarete in grado di "ollare" almeno 10 cm, il che è necessario come punto di partenza, il resto viene con il tempo.

Innanzitutto proviamo più volte e con forza a buttarci indietro e tirare verso l'alto la ruota anteriore  in modo tale da capire quanta forza è necessaria. 

Successivamente proviamo il secondo movimento che consiste nel buttare velocemente il peso in avanti provocando il sollevamento della ruota posteriore.  

Una volta appresi questi due movimenti, il bunny hop,sta tutto nella loro unione. Tiriamo su la ruota anteriore ricordandoci di buttarci indietro con il peso e di scatto invertiamo il movimento buttandoci in avanti con tutto il busto.

 

Nella prima fase si alza quindi la ruota anteriore, mentre nella seconda fase ci si butta in avanti provocando l'alzata di quella posteriore.  (Più l'ostacolo è alto più dobbiamo anticiparlo)

Procuriamoci un riferimento da saltare. Va benissimo un bastone da posizionare per terra. Adesso, arrivati in prossimità del bastone, solleviamo la ruota anteriore e, quando raggiungiamo il punto necessario per oltrepassare l’ostacolo,  buttiamo il peso in avanti il più velocemente possibile. La posizione del rider in volo è centrale, e i piedi leggermente rivolti verso il basso. 

Una volta acquisita questa tecnica basilare saremo in grado di applicarla in velocità percorrendo un sentiero. Con il bunny hop è possibile riuscire a saltare interamente ostacoli anche a velocità ridotte, cercate sempre di stare belli morbidi, e con lo sguardo rivolto in avanti verso il vostro ostacolo.

Ricordatevi che l’atterraggio deve essere a ruote pari, o leggermente di punta, questo perché in caso contrario non riuscireste a saltare efficacemnte l'ostacolo. Nella fase di atterraggio, dovrete assorbire l’impatto prima con le gambe e successivamente con le braccia, arretrate leggermente con il corpo rispetto al centro della bici, ma senza esagerare.

POMPATA

 

Altra tecnica funzionalmente simile, ma di immediato apprendimento è la "pompata". Consiste nel pompare le sospensioni spingendo con forza verso il basso contemporaneamente con braccia e gambe. A questo punto non dobbiamo fare altro che scattare come fossimo una molla verso l'alto sollevando entrambe le ruote nello stesso istante. [Foto sequenza P0mpata]Come nel bunny hop una ruota anticipava l'altra, nella pompata, le ruote si staccano invece parallele al terreno. Utilizzeremo questa tecnica nel caso di ostacoli  affrontati a grande velocità.

 

 

Nel corso dei prossimi articoli vedremo come queste tecniche possono tornarci utili anche nei salti!

DOVE SIAMO

Monte Maddalena

Via della Maddalena, 70

25123 Brescia (Italy)

 

Cliccate "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook e sui nostri profili social
  • Wix Facebook page
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Wix Twitter page